Calcolo rivalutazione ISTAT assegno di mantenimento (coniuge e figli)

Gli assegni di mantenimento in favore del coniuge e dei figli si rivalutano annualmente secondo gli indici ISTAT, automaticamente ed indipendentemente da una specifica pattuizione nell'atto di separazione o di divorzio. Pertanto anche ove non sia stato previsto dai coniugi in sede di accordo o dal Giudice con sentenza, il percipiente gli assegni ha diritto di rivalutare ogni anno le somme come da indici ISTAT.

Il fondamento dell'automatica rivalutazione risiede, quanto al divorzio, nell'espressa previsione di cui all'art. 5, comma 7 della l. 898/1970 (legge sul divorzio); tuttavia, sebbene non normativamente previsto, il medesimo trattamento deve essere riservato anche agli assegni stabiliti (o pattuiti) in sede di separazione, come da costante pronunciamento della Corte di Cassazione sul punto.

L'applicazione seguente, aggiornata in tempo reale secondo l'indice dei prezzi al consumo, consente di calcolare la rivalutazione ISTAT degli assegni di mantenimento a partire da due date.

Ad esempio, per calcolare la rivalutazione annuale di un assegno di mantenimento pari ad € 200,00 che decorre da maggio 2018, inserisci nei campi "da mese" e "da anno" maggio 2018, nei campi "a mese" e "a anno" maggio 2019 e nel campo "somma" 200; l'applicazione restituirà nel campo "Euro" l'importo rivalutato correttamente. Ricorda che, poiché gli indici ISTAT vengono aggiornati mediamente il mese successivo a quello di riferimento, potrai calcolare la rivalutazione monetaria sino a 2 mesi prima (ossia se oggi siamo a maggio puoi calcolare rivalutazioni sino al marzo precedente).