La separazione giudiziale con o senza addebito

Quando i coniugi che intendono separarsi e porre fine al proprio matrimonio non riescono a raggiungere un accordo su tutte le condizioni di separazione (vedi separazione consensuale), oppure quando l'altro coniuge è irreperibile, è necessario procedere unilateralmente presentando domanda di separazione giudiziale in Tribunale, con l'assistenza di un difensore.

Ciò accade principalmente quando marito e moglie non riescono a raggiungere l'intesa, pure a seguito della consulenza di un avvocato matrimonialista o di un mediatore familiare, sui capitoli fondamentali della separazione, quali l'ammontare dell'assegno di mantenimento, l'assegnazione della casa familiare, la ripartizione dei beni mobili e immobili o il collocamento dei figli minori.

In tal caso il coniuge, per proprio conto, presenta domanda di separazione giudiziale citando in giudizio l'altro coniuge e presentando una serie di domande sulle quali, a seguito di debita istruttoria, si pronuncerà in via definitiva il giudice.

Il procedimento di separazione giudiziale è altresì necessario quando uno dei coniugi intenda addebitare all'altro la responsabilità per la fine del matrimonio, per aver questi mancato a taluni doveri fondamentali del matrimonio, come la fedeltà, la mutua assistenza morale e materiale o la coabitazione (separazione con addebito, che comporta l'esclusione del diritto ad un assegno di mantenimento e dei diritti successori).

  • Tempi della separazione giudiziale: rispetto alla procedura di separazione consensuale, che si conclude solitamente nel giro di qualche mese dal deposito del ricorso introduttivo (3 settimane in caso di separazione con negoziazione assistita), la separazione giudiziale ha una durata maggiore, dipendendo essenzialmente dal grado di conflittualità dei coniugi e dal carico di lavoro del Tribunale. Occorre infatti considerare che la separazione giudiziale è a tutti gli effetti una causa civile che, nella media, ha una durata complessiva di 1 o 2 anni.
  • Costi della separazione giudiziale: i costi dipendono esclusivamente dal grado di conflittualità dei coniugi e dalla durata del procedimento (perciò dipendono dal numero di udienze, di memorie e atti da presentare, di incontri ecc.) e mediamente, nei casi meno complessi, si attestano in € 1.500,00 - € 3.000,00, oltre agli oneri fiscali.

Il nostro studio assiste con serietà e competenza la propria clientela al fine di trovare la migliore soluzione possibile in caso di crisi matrimoniale, privilegiando, ove possibile, la risoluzione consensuale del rapporto coniugale e assistendo in giudizio, ove necessario, i coniugi in completo disaccordo.

Per qualsiasi informazione o per fissare un appuntamento in studio non esitare a scriverci o a telefonarci, oppure registra i nostri riferimenti (in basso a destra) per quando ne avrai necessità.

 

Competenze dello studio

1

Diritto di famiglia

Separazione, divorzio
2

Famiglia senza matrimonio

Coppie di fatto, diritto dei minori
3

Diritto immobiliare

Sfratti, locazioni ed esecuzioni
4

Diritto ereditario

Successioni ed eredità
5

Gestione del credito

Recupero, esecuzioni
7

Crisi d'impresa

Procedure concorsuali
8

Responsabilità civile

Risarcimenti