Separazione consensuale senza avvocato

La maggiorparte dei Tribunali italiani accetta ricorsi per la separazione consensuale dei coniugi senza l'assistenza di un avvocato.

Separarsi senza il patrocinio di un avvocato è possibile, ma redigere un ricorso senza l'ausilio di un legale può essere difficile, se non controproducente, vista la delicatezza degli interessi che entrano in gioco.

E' bene sapere infatti che la formazione di un fascicolo per una pratica di separazione consensuale non sempre è semplice ed intuitivo; il fascicolo dev'essere corredato da una serie di documenti e marche da bollo senza i quali il ricorso può essere respinto. All'udienza è necessario presentarsi con il verbale e l'omologazione già precompilati.

Ma soprattutto è fondamentale redigere con cura e dettaglio il ricorso per la separazione consensuale e le condizioni di separazione devono essere previste in maniera chiara ed espressa su tutti i capitoli della separazione. Microscopiche dimenticanze o inesattezze possono successivamente costare molto caro, poiché in sede di separazione si decidono condizioni che regoleranno la vita dei coniugi anche per molti anni!

Quando vi sono figli, beni da spartire, assegni di mantenimento o beni immobili da trasferire (ciò è possibile in taluni Tribunali senza l'intervento del Notaio) è necessario prestare particolare attenzione poiché il Giudice è maggiormente sensibile su questi accordi e il vaglio è certamente più attento. In questi casi sarebbe infatti consigliabile farsi assistere interamente (perciò anche all'udienza presidenziale in Tribunale) da un legale specializzato nella materia, onde evitare spiacevoli sorprese (per questo genere di assistenza possiamo aiutarti, clicca qui).

Se intendete procedere alla separazione consensuale senza la difesa di un avvocato, evitando quindi di sobbarcarvi il costo di un patrocinio davanti al Giudice, ma volete avere la sicurezza di un ricorso redatto con professionalità, equilibrio e corretta ponderazione degli interessi, lo Studio legale dell'avv. Daniel Cibin mette a disposizione la propria competenza nel diritto di famiglia al costo di € 325,00 (IVA inclusa) per le seguenti attività:

  • valutazione ed eventuale correzione d'intesa con i coniugi delle condizioni di separazione consensuale;
  • integrazione delle condizioni di separazione utili e/o necessarie;
  • preparazione del fascicolo in cartoncino, con rilegatura interna;
  • redazione del ricorso per la separazione consensuale dei coniugi contenente tutti i dati e le condizioni previste dai coniugi e allegazione del numero di copie necessarie;
  • redazione del verbale di udienza da presentare il giorno dell'udienza;
  • redazione dell'omologa della separazione, da presentare il giorno dell'udienza;
  • redazione dell'indice dei documenti necessari da allegare al fascicolo;
  • allegazione della nota di iscrizione a ruolo precompilata;
  • allegazione della comunicazione di versamento necessaria per il pagamento del contributo unificato e della marca da bollo;
  • redazione di dettagliate istruzioni sulla procedura da seguire in loco per il deposito del ricorso e per la presenza in udienza, per non arrivare impreparati;
  • invio del fascicolo completo all'indirizzo indicato dai coniugi per mezzo di raccomandata entro 10 giorni dalla ricezione delle condizioni complete.

L'intera procedura vi verrà a costare soltanto € 325,00 (IVA inclusa), ovvero € 162,50 per coniuge, perciò oltre il 70% in meno rispetto ad una ordinaria separazione.

Una volta che vi avremo inviato il plico a mezzo raccomandata dovrete soltanto seguire le istruzioni allegate e depositare il fascicolo in Tribunale, per poi attendere la fissazione dell'udienza davanti al Giudice, a cui parteciperete senza l'accompagnamento di un legale.

Questo innovativo servizio è espletabile presso qualsiasi Tribunale d'Italia poichè non è indispensabile incontrarsi personalmente in Studio; potete infatti inviarci i dati necessari telematicamente, compilando il nostro form on line. Il fascicolo verrà redatto e spedito entro 10 giorni dalla ricezione di tutti i dati e delle informazioni necessarie.

Naturalmente potrete contattare telefonicamente lo studio per qualsiasi informazione e/o assistenza durante l'espletamento dell'incarico, contando quindi su un'assistenza continua. Potete trovare i nostri contatti in fondo a destra; eventualmente salvali per un prossimo utilizzo.

La pratica può essere avviata on line. Per aprire una pratica di separazione consensuale on line compila il form seguendo il lik sottostante. Verrai successivamente ricontattato entro 24 ore da un nostro avvocato.

Separazione consensuale on line - avviare la pratica on line.

 

Competenze dello studio

1

Diritto di famiglia

Separazione, divorzio
2

Famiglia senza matrimonio

Coppie di fatto, diritto dei minori
3

Diritto immobiliare

Sfratti, locazioni ed esecuzioni
4

Diritto ereditario

Successioni ed eredità
5

Gestione del credito

Recupero, esecuzioni
7

Crisi d'impresa

Procedure concorsuali
8

Responsabilità civile

Risarcimenti

Ultime domande e risposte

13
Feb2015

Divorzio congiunto presso il Tribunale di Lecco?

Buonasera avvocato, sono residente a Merate e volevo sapere se posso rivolgermi al Vostro studio anche per fare il divorzio al Tribunale di Lecco. Grazie B.G.

12
Giu2014

Prima udienza di separazione giudiziale. Come funziona? E' obbligatorio l'avvocato?

Buonasera avvocato, purtroppo mia moglie mi ha citato in tribunale per la separazione giudiziale, senza prima tentare un accordo per fare la separazione consensuale. L'udienza sarà a ottobre, mi può dire che cosa succederà? Devo presentarmi per forza o scrivere qualcosa per il giudice? Alla...

06
Giu2014

La moglie non vuole concedere la separazione o il divorzio. Che fare?

Buongiorno, la mia domanda e la seguente ... Io e mia moglie brasiliana ci siamo sposati nell'ottobre del 2013, ora lei è tornata in Brasile dicendo che stava lì per qualche mese, invece mi ha comunicato che non tornerà più.... e vuole la separazione... io...

02
Apr2014

Nomina dell'amministratore di sostegno, quali poteri?

Il mio compagno versa in grave stato di salute, il fratello è stato nominato amministratore di sostegno. Il mio compagno ha un conto corrente bancario intestato a lui su cui io ho diritto di la firma autorizzata ed un bancomat collegato al conto. Ora mi...

01
Mar2014

Figlio naturale e figlio legittimo, v'è distinzione ai fini del mantenimento?

Buongiorno, volevo sapere se l'assegno di mantenimento per un figlio naturale con cui non si ha mai convissuto viene calcolato sulle effettive disponibilità finanziarie del padre oppure sulla base delle spese effettivamente sostenute dalla madre affidataria. Grazie per la risposta

01
Mar2014

Separazione ed eredità; quali conseguenze?

Sono separato legalmente da 4 anni e non ancora divorziato. Se dovessi comprare casa mia moglie potrebbe fare qualche rivalsa economica ed in caso di morte avrebbe dei diritti.? Grazie P.

Contatti

via Malpighi 12 - 20129 Milano

+39 02.87.18.62.75

+39 02.45.07.28.91

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Social